Cassazione: non è diffamazione la critica del superiore

Con una recente pronuncia, la Corte è tornata a chiarire la portata del principio di continenza, evidenziando che si deve tenere conto del complessivo contesto dialettico in cui si realizza la condotta e verificare se i toni utilizzati dall’agente, pur forti, non siano meramente gratuiti e immotivatamente aggressivi dell’altrui reputazione, ma siano, invece, pertinenti al tema in discussione e proporzionati al fatto narrato ed al concetto da esprimere

Leggi il seguito

Esonero contributivo per la parità di genere

la Legge n. 162/2021 ha introdotto l’art. 46-bis sulla certificazione della parità di genere, istituita dal 1° gennaio 2022 e volta all’attestazione delle politiche e delle misure concretamente adottate dai datori di lavoro per ridurre il divario di genere in relazione alle opportunità di crescita, alla parità retributiva a parità di mansioni, alle politiche di gestione delle differenze di genere e alla tutela della maternità.

Leggi il seguito

Sicurezza informatica e luogo di lavoro

La pandemia da Covid 19 e la conseguente necessità di distanziamento fisico ha portato molte aziende a trasformare i propri archivi in formato digitale e a consentire ai dipendenti di poter lavorare dalle rispettive abitazioni, al fine di ridurre la minimo le presenze indispensabili sui luoghi di ordinario svolgimento delle prestazioni lavorative.

Leggi il seguito

Videosorveglianza e diritti dei dipendenti

Una recente Sentenza della Corte Suprema di Cassazione, pubblicata nel mese di febbraio 2021, ha nuovamente portato l’attenzione degli addetti ai lavori sui sistemi di videosorveglianza installati negli ambienti di lavoro, per il potenziale contrasto con i diritti e le libertà dei dipendenti, tutelati dal combinato disposto del Regolamento Europeo per la tutela dei dati personali (GDPR 679/2016) e dello Statuto dei Lavoratori (in particolare: l’art. 4 della Legge 300/1970, come modificato dal D.Lgs. 151/2015).

Leggi il seguito