Cybersecurity in azienda

Getting your Trinity Audio player ready...

Strategie per la protezione dei dati

Organizzare la sicurezza informatica aziendale è un passaggio indispensabile per garantire la protezione dei sistemi informatici e la protezione dei dati riservati (ove per tali non si intendono solo quelli riferibili alle persone fisiche ma anche tutte le informazioni che fanno parte del patrimonio dell’organizzazione).

Nonostante le competenze tecniche del personale IT, molte aziende si trovano ancora vulnerabili agli attacchi informatici a causa di un approccio incompleto alla cyber security. In questo articolo, esploreremo le caratteristiche che un’organizzazione dovrebbe possedere, l’importanza di analizzare i rischi ai quali l’azienda potrebbe essere esposta, le ragioni che consigliano di affidare le attività ad un esperto di cyber security e come valutare l’efficacia delle misure di sicurezza adottate.

Caratteristiche dell’esperto

Un esperto di sicurezza informatica dovrebbe possedere una solida conoscenza tecnica dei sistemi informatici, dei linguaggi di programmazione, delle tecniche di crittografia e delle norme come il GDPR, che ritengono la cybersecurity indispensabile per la compliance aziendale. Oltre alle competenze tecniche, è fondamentale che il tecnico abbia un forte senso etico e sia in grado di gestire le informazioni in modo riservato e sicuro. Inoltre, dovrebbe essere in grado di risolvere i problemi in modo creativo, sintetico e rapido e avere una forte capacità di comunicazione per trasmettere efficacemente i rischi e le soluzioni di sicurezza agli altri membri dell’organizzazione e ai clienti.

Calcolare i Rischi

Per mettere in sicurezza i sistemi informatici aziendali è necessario innanzitutto individuare gli scenari di rischio, le minacce e le vulnerabilità, attraverso le quali condurre una attenta valutazione del rischio. Questo processo aiuta a identificare le aree dell’azienda che sono vulnerabili alle minacce informatiche e a valutare i rischi associati. È importante identificare i dati e le risorse critiche per l’azienda, valutare i potenziali attacchi che potrebbero metterle a rischio e valutare i rischi associati al personale e ai potenziali attacchi. Una volta identificati i rischi, l’azienda dovrebbe implementare misure di sicurezza adeguate per mitigarli, come la formazione del personale, la definizione di politiche di sicurezza aziendali e l’implementazione di software e hardware adeguati.

L’analista per la Cyber Security

Anche se un’azienda ha già implementato misure di sicurezza per proteggersi dalle minacce informatiche, potrebbe comunque essere necessario chiedere il supporto di un analista per la cyber security per diverse ragioni. In primo luogo, l’analista può garantire l’aggiornamento costante delle misure di sicurezza per contrastare le minacce informatiche in continua evoluzione. Inoltre, può fornire una celere risposta alle violazioni di sicurezza, identificando la violazione, mitigando gli effetti e implementando misure preventive per evitare futuri incidenti. L’analista può anche aiutare l’azienda a conformarsi alle normative sulla protezione dei dati come il GDPR e fornire consulenza sulla sicurezza informatica in generale, migliorando la strategia di sicurezza informatica dell’azienda.

Valutare l’efficacia delle misure

Per valutare l’efficacia delle misure di sicurezza adottate è opportuno rivolgersi a professionisti esterni che siano in grado di valutare le protezioni del sistema informatico cercando di violarle, come farebbe un criminale. In tal modo, le eventuali debolezze del sistema possono essere individuate e corrette. Un primo approccio è quello della rilevazione delle vulnerabilità note, attraverso software di analisi che sono in grado di verificare se tutte le debolezze note dei programmi e dei sistemi sono state adeguatamente corrette. Un secondo step riguarda la Cyber Threat Intelligence, che consiste nel cercare in rete dati ed informazioni sulle tendenze del mondo criminale per cercare di prevenirne eventuali attacchi in base al tipo di azienda, al settore in cui opera, agli attacchi già noti ai danni di altre realtà. Un terzo passaggio è quello del Penetration Test, attraverso il quale, solitamente su macchine gemelle di quelle effettivamente utilizzate dall’organizzazione, viene simulato un attacco di tipo intrusivo o distruttivo, per verificarne la robustezza.

Conclusioni

La sicurezza informatica aziendale è un elemento fondamentale per proteggere i dati riservati e garantire il corretto funzionamento delle operazioni aziendali. Un tecnico per la sicurezza informatica dovrebbe possedere competenze tecniche approfondite, un forte senso etico, la capacità di risolvere problemi in modo creativo e una buona capacità di comunicazione. Valutare i rischi, affidarsi ad esperti esterni di assoluta fiducia, eseguire periodicamente test di vulnerabilità dei sistemi, sono strategie che possono contribuire a migliorare la sicurezza informatica aziendale e proteggere l’organizzazione dalle minacce.